Sui titoli “direzione o partecipazione a comitati editoriali di riviste” e “attribuzione di incarichi di insegnamento o di ricerca presso qualificati atenei e istituti di ricerca esteri o sovranazionali” in sede di abilitazione scientifica nazionale


Con sentenza del 11 ottobre 2021, n. 10473, il TAR Lazio, Roma, Sez. III bis, ha chiarito la portata dei titoli “direzione o partecipazione a comitati editoriali di riviste, collane editoriali, enciclopedie e trattati di riconosciuto prestigio” e “formale attribuzione di incarichi di insegnamento o di ricerca (fellowship) presso qualificati atenei e istituti di ricerca esteri o sovranazionali”, che la Commissione può decidere di valutare ai fini del rilascio dell’abilitazione scientifica nazionale, ai sensi di quanto previsto dall’art. 5, comma 2 del D.M. n. 120/2016 (che rinvia all’allegato A dello stesso decreto).

In particolare, il giudice amministrativo, accogliendo la tesi della ricorrente a cui la Commissione aveva denegato l’abilitazione, ha specificato: con riferimento al primo titolo succitato, che “la partecipazione ad un comitato scientifico rientra pacificamente nella categoria […] anche in considerazione del fatto che essa è ritenuta superiore rispetto alla partecipazione ad un comitato di redazione. Peraltro, nelle collane editoriali, delle quali si è occupata parte ricorrente, non esisterebbe neppure la distinzione tra comitato scientifico ed editoriale, così come invece avviene per le riviste, essendo proprio il comitato scientifico l’unico organo che si occupa non solo, e non tanto, degli aspetti scientifici ma anche di quelli editoriali“; con riguardo al secondo requisito, che “gli aggettivi “esteri o sovranazionali”, di cui alla declaratoria del titolo in questione, sono da intendersi riferiti agli “istituti di ricerca” giustapposti agli “atenei” nella menzione delle istituzioni presso le quali il candidato deve documentare di aver svolto l’attività di insegnamento o di ricerca. Ciò implicherebbe che la documentata attività di insegnamento svolta – nel caso di specie – presso l’ateneo nazionale di Bergamo dovrebbe essere riconosciuta”.

Leggi il testo completo: TAR Lazio, Roma, Sez. III bis, 11 ottobre 2021, n. 10473