Il ricercatore a tempo indeterminato non è tenuto a svolgere attività didattica curriculare


Con la sentenza del Consiglio di Stato, Sez. VI, 11 settembre 2019, n. 6132, è stato sottolineato che il reclutamento di personale docente, allo stato della normativa vigente, contempla ruoli che annoverano tra i compiti istituzionali anche quello dello svolgimento dell’attività didattica; diversamente, il ricercatore universitario a tempo indeterminato appartiene invece a un ruolo a esaurimento a seguito dell’emanazione della legge 30 dicembre 2010, n. 240, e non è tenuto a svolgere attività didattica curriculare in osservanza dei commi 3 e 4 dell’art. 6 della stessa legge.

Leggi il testo completo: Consiglio di Stato, Sez. VI, 11 settembre 2019, n. 6132