#2668 TAR Sicilia, Palermo, 28 settembre 2017, n. 2273

Procedura concorsuale professore-Chiamata-Cessazione materia del contendere

Data Documento: 2017-09-28
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Cessazione materia del contendere essendo la ricorrente, nelle more, divenuta professore universitario di seconda fascia.

Contenuto sentenza
N. 02273/2017 REG.PROV.COLL.
N. 00175/2015 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia
(Sezione Terza)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 175 del 2015, integrato da motivi aggiunti, proposto da: 
Assunta Polizzi, rappresentata e difesa dall'avvocato Gabriele Giglio, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. Lucia Di Salvo sito in Palermo, via Notarbartolo N. 5; 
contro
Universita' degli Studi di Palermo, Ministero dell'Istruzione dell'Universita' e della Ricerca, Dip.To Scienze Umanistiche dell'Universita' degli Studi di Palermo, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentati e difesi per legge dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Palermo presso i cui uffici, di via A. De Gasperi 81, sono domiciliati; 
per l'annullamento
quanto al ricorso introduttivo:
- della delibera del consiglio di amministrazione dell'Università odierna resistente datata 14 ottobre 2014, a mezzo della quale il C. di A. ha approvato (cfr. pag. 2 - punto 8) la proposta (formulata con deliberazione dell'08.10.2014) del consiglio di dipartimento di scienze umanistiche in ordine ai n. 4 settori scientifico disciplinari (d'ora in avanti anche SS.SS.DD.) con riferimento ai quali dovevano indirsi altrettante procedure concorsuali volta alla copertura di un posto (per ognuno dei SSD prescelti) di professore di 11 fascia, ai sensi dell'art 18, comma I, della I. n. 240/2010, nella parte in cui il SSD L-LIN/05 - Letteratura Spagnola, cui afferisce l'odierna ricorrente, non risulta incluso nell'elenco dei 4 SSD prescelti;
- della medesima deliberazione, nella parte in cui il C. di A. dell'Università odierna resistente ha
conseguentemente autorizzato (cfr. pagg. 3 e 4), per il Dipartimento di Scienze Umanistiche, i bandi concorsuali per i seguenti SS.SS.DD. : L-FIL-Let/11 - Letteratura italiana contemporanea; M-STO/04 - Storia contemporanea; L-ART/05 - Storia del teatro e dello spettacolo; M-FIL/01 - Filosofia teoretica; così escludendo il SSD L-LIN/05 - Letteratura Spagnola, cui afferisce l'odierna ricorrente;
- nonché, ove possa occorrere, della delibera del Consiglio di dipartimento di scienze umanistiche datata 23.07.2014, nella parte in cui il Consiglio, all'atto di proporre al C.di A. i SS.SS.DD. con riferimento ai quali risultava necessario provvedere all'indizione delle procedure concorsuali volte alla copertura di un posto (per ognuno dei SS.SS.DD. prescelti) di professore di II fascia ai sensi dell'art. 18, comma I della I. n. 240/2010, ha prescelto i 4 SS.SS.DD. indicati in precedenza, escludendo il SSD L-LIN/05 - Letteratura Spagnola, cui afferisce l'odierna ricorrente;
- della delibera del Consiglio di Dipartimento di Scienze Umanistiche datata 08.10.2014, nella parte in cui il Consiglio, chiamato dal C.di A. a controdedurre all'atto di diffida inoltrato dall'odierna ricorrente, ha ribadito la propria precedente proposta avente ad oggetto i 4 SS.SS.DD. indicati in precedenza, escludendo il SSD L-LIN/05 - Letteratura Spagnola, cui afferisce l'odierna ricorrente;
quanto al ricorso per motivi aggiunti:
- del decreto n. 89835 del 02.12.2014 (pubblicato all'Albo dal 09. 12.2014 all'08.1.2015), con il quale il Rettore dell'Università odierna resistente (anche in esecuzione delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione mi. 167 e 171 del 25.11.2014, che ove possa occorrere - del pari si impugnano, unitamente al D.R. n. 4158/2014; in quanto tutti richiamati nelle premesse del D.R. n. 89835), all'atto di dispone l'indizione delle procedure concorsuali volte alla copertura dei posti di professore di II fascia nell'ambito del c.d. Piano Straordinario Associati, ai sensi dell'art. 18, comma I della l. n. 240/20102 ha previsto, avuto riguardo ai Settori Scientifico Disciplinari afferenti al Dipartimento di Scienze Umanistiche, l'indizione delle procedure medesime con riferimento ai seguenti Settori:
- S.S.D. L-FIL-Let/1 1 - Letteratura italiana contemporanea; - S.S.D. M-STO/04 - Storia contemporanea;
- S.S.D. L-ART/05 - Storia del teatro e dello spettacolo;
- S.S.D. M-FIL/Ol - Filosofia teoretica; omettendo di includere nel prefato elenco, e con la massima priorità, il SSD L-LIN/05 - Letteratura Spagnola, cui afferisce l'odier ricorrente;
- dei relativi bandi di concorso pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale Serie Speciale concorsi ed esami 11. 96 del 09.12.2014;
- nonché, ove possa occorrere, del D.R. n.4701 del 23-12-20145 di rettifica e rettifica del primo D.R. oggi impugnato, come da avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Speciale concorsi ed esami 11. 2 del 9-1-2015.
Visti il ricorso, i motivi aggiunti e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Universita' degli Studi di Palermo, del Ministero dell'Istruzione dell'Universita' e della Ricerca e di Dip.To Scienze Umanistiche dell'Universita' degli Studi di Palermo;
Viste le memorie difensive;
Vista la memoria depositata il 9 febbraio 2017, con la quale parte ricorrente dichiara l'intervenuta cessazione della materia del contendere;
Visto l'art. 34, co. 5, cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell'udienza pubblica del giorno 19 settembre 2017 il cons. Nicola Maisano e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.
FATTO
Con ricorso notificato in data 29 dicembre 2014, e depositato il successivo 16 gennaio, la ricorrente ha impugnato i provvedimenti indicati in epigrafe per la parte in cui non hanno previsto l’effettuazione del procedimento concorsuale per professore universitario di seconda fascia nella classe di sua appartenenza.
Si sono costituite le amministrazioni intimate.
Con memoria depositata in data 9 febbraio 2017 la ricorrente, divenuta nelle more del giudizio professore universitario di seconda fascia, ha dichiarato essere intervenuta la cessazione della materia del contendere.
Alla pubblica udienza di discussione, il ricorso è stato posto in decisione.
DIRITTO
Poiché nelle more del presente giudizio la ricorrente è divenuta professore universitario di seconda fascia, come dalla stessa indicato e confermato dalla documentazione depositata dalla difesa erariale, in relazione al presente giudizio è intervenuta la cessazione della materia del contendere.
Sussistono giusti motivi per compensare le spese di lite.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, dichiara la cessazione della materia del contendere.
Spase compensate.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 19 settembre 2017 con l'intervento dei magistrati:
Caterina Criscenti, Presidente FF
Nicola Maisano, Consigliere, Estensore
Maria Cappellano, Consigliere
Pubblicato il 28/09/2017