#1121 TAR Sicilia, Catania, Sez. III, 17 gennaio 2013, n. 120

Dottorato di ricerca-Assegnazione borsa di dottorato-Rinuncia al ricorso

Data Documento: 2013-01-17
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Rinuncia al ricorso ed estinzione del processo.

Contenuto sentenza
N. 00120/2013 REG.PROV.COLL.
N. 01193/2011 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia
sezione staccata di Catania (Sezione Terza)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 1193 del 2011, proposto da: 
Cristian Donzello, rappresentato e difeso dall'avv. Antonino Gentile, con domicilio eletto presso l’avv. Mariano Leonora in Catania, via Perugia,10; 
contro
Università degli Studi di Catania, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avv.ti Vincenzo Reina e Giuseppina Coniglione, con domicilio eletto presso il primo in Catania, P.zza Università, 2-Ufficio Legale; 
nei confronti di
Marco Raineri, rappresentato e difeso dagli avv.ti Luca Pedullà e Giacomo Gargano, con domicilio eletto presso lo studio del primo, in Catania, C.so Sicilia, 56; 
per l'annullamento
del decreto rettoriale del 22 dicembre 2010, depositato al protocollo generale in data 8 gennaio 2011 al n. 119, tit. 14, Cl. 6, pubblicato sul sito internet dell’Università indicato nel bando di concorso in data 10 febbraio 2011, nella parte in cui viene approvata la graduatoria relativa alla assegnazione dei due posti disponibili “con borsa”, con esclusione da essi del ricorrente, relativa al bando di concorso pubblico per titoli e colloquio per l’ammissione al corso di dottorato di ricerca – XXVI Ciclo, indetto e svolto presso l’Università degli Studi di Catania, e specificatamente per il “Settore Economia Statistica” punto 3 “Economia Aziendale”, per n. 4 posti di cui n. 2 “con borsa”
Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio dell’Università degli Studi di Catania e di Marco Raineri;
Viste le memorie difensive;
Visti gli artt. 35, co. 2, lett. c, 84 e 85 cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell'udienza pubblica del giorno 5 dicembre 2012 il dott. Pancrazio Maria Savasta e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Vista la nota, non notificata, depositata il 4.12.2012, con la quale parte ricorrente dichiara di voler rinunciare al ricorso;
Vista, altresì, la conforme dichiarazione resa in udienza dal difensore del ricorrente medesimo;
Vista la mancata opposizione delle parti resistenti e, in particolare, la conclusione del difensore del controinteressato che ha insistito soltanto per la condanna del ricorrente alle spese di giudizio;
Ritenuto che detta ultima domanda si presta ad essere accolta, disponendo la liquidazione delle spese come da dispositivo;
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione staccata di Catania (Sezione Terza), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, dà atto della rinuncia del ricorrente e, pertanto, dichiara l’estinzione del giudizio.
Condanna il ricorrente alle spese di giudizio, a favore del controinteressato, che vengono liquidate in complessivi € millecinquecento/00, oltre spese generali, IVA e CPA. Compensa integralmente con l’Amministrazione resistente.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Catania nella camera di consiglio del giorno 5 dicembre 2012 con l'intervento dei magistrati:
Calogero Ferlisi, Presidente
Gabriella Guzzardi, Consigliere
Pancrazio Maria Savasta, Consigliere, Estensore 
DEPOSITATA IN SEGRETERIA
Il 17/01/2013
IL SEGRETARIO
(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)