#4335 TAR Lazio, Roma, Sez. III, 19 ottobre 2018, n. 10112

Abilitazione scientifica nazionale - Improcedibilità

Data Documento: 2018-10-19
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Dichiarazione di improcedibilità per sopravvenuta carenza di interesse

Contenuto sentenza
N. 10112/2018 REG.PROV.COLL.
N. 06067/2017 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio
(Sezione Terza)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 6067 del 2017, proposto da: 
Parola Francesco, rappresentato e difeso dagli avvocati Pietro Piciocchi, Andrea Manzi, con domicilio eletto presso lo studio Andrea Manzi in Roma, via F. Confalonieri n. 5, come da procura in atti; 

contro
Ministero dell'Istruzione dell'Universita' e della Ricerca in persona del Ministro p.t., rappresentato e difeso per legge dall'Avvocatura Generale dello Stato, domiciliato con essa in Roma, via dei Portoghesi, 12; 
per l'annullamento, previa sospensione, del provvedimento (di cui non si conoscono gli estremi, pubblicato in data 4 aprile 2017) con il quale il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha negato al Prof. Francesco Parola l'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di prima fascia – settore concorsuale 13/B2 “Economia e Gestione delle Imprese”, nell'ambito della “Procedura per il conseguimento dell'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore universitario di prima e seconda fascia indetta con Decreto direttoriale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca n. 1532 del 29 luglio 2016;
Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visto l'atto di costituzione in giudizio di Ministero dell'Istruzione dell'Universita' e della Ricerca;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nella camera di consiglio del giorno 17 ottobre 2018 il consigliere Achille Sinatra e uditi per le parti i difensori l'Avv. P. Caruso in sostituzione dell'Avv. A. Manzi ed il Procuratore dello Stato M. Errico;
Rilevato che con il ricorso in esame il dott. Francesco Parola ha impugnato, chiedendone l’annullamento, il negativo esito della procedura di abilitazione scientifica nazionale cui egli ha partecipato nella tornata indetta con decreto del MIUR n. 1532 del 29 luglio 2016 per il settore concorsuale 13B2 – Economia e gestione delle imprese”;
Considerato che il MIUR si è costituito in giudizio senza depositare memorie difensive;
Considerato che il ricorso, chiamato alla camera di consiglio del 17 ottobre 2018 per essere definito con sentenza in forma semplificata ai sensi dell’art. 71 bis c.p.a., deve essere dichiarato improcedibile;
- che, infatti, in data 11 settembre 2018 il ricorrente ha depositato in giudizio una dichiarazione di sopravvenuto difetto di interesse, per avere nelle more del giudizio conseguito l’abilitazione scientifica nazionale;
Considerato che di tale dichiarazione il Collegio deve prendere atto, pronunziando, di conseguenza, l’improcedibilità del ricorso;
Ritenuto che, come richiesto dal ricorrente, le spese possono essere compensate;
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza), dichiara improcedibile il ricorso in epigrafe.
Spese compensate.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 17 ottobre 2018 con l'intervento dei magistrati:
Gabriella De Michele, Presidente
Achille Sinatra, Consigliere, Estensore
Claudio Vallorani, Primo Referendario

Pubblicato il 19/10/2018