#1893 TAR Lazio, Roma, Sez. III, 10 marzo 2017, n. 3374

Studenti-Trasferimento corso-Rinuncia ricorso

Data Documento: 2017-03-10
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Venir meno dell’interesse sostanziale a coltivare ulteriormente il ricorso, in quanto assegnatario del posto ambito presso il dipartimento prescelto.

Contenuto sentenza
N. 03374/2017 REG.PROV.COLL.
N. 14843/2016 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio
(Sezione Terza)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 14843 del 2016, proposto da: 
Quirino Maria Stati, rappresentato e difeso dagli avvocati prof. Franco Gaetano Scoca e Fabrizio Marinelli, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. Franco Gaetano Scoca in Roma, via G. Paisiello, 55; 
contro
Universita' degli Studi di Roma “La Sapienza”, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso per legge dall'Avvocatura Generale dello Stato, domiciliata in Roma, via dei Portoghesi, 12; 
nei confronti di
Francesca Horeczko non costituito in giudizio; 
per l'annullamento
del provvedimento del 03/10/2016 con il quale si comunica l'esclusione del ricorrente dal novero dei soggetti valutabili ai fini del trasferimento in ragione dell'assenza di posti al III anno del corso universitario di Medicina e Chirurgia e dell’asserita impossibilità di prendere in considerazione le domande di studenti ripetenti;
 Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visto l'atto di costituzione in giudizio di Universita' degli Studi di Roma La Sapienza;
Viste le memorie difensive;
Visto l’atto di rinuncia ex art. 84 c.p.a. depositato in data 1.3.2017 previa notificata alla controparte, con il quale parte ricorrente dichiara di voler rinunciare al ricorso;
Visti gli artt. 35, co. 2, lett. c, 84 e 85 cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nella camera di consiglio del giorno 8 marzo 2017 il dott. Claudio Vallorani e uditi per le parti i difensori per la parte ricorrente nessuno compare, per l'Amministrazione resistente è presente l'Avvocato dello Stato P. De Nuntis;
 RILEVATO l’atto di rinuncia ex art. 84 c.p.a. depositato in data 1.3.2017, ritualmente sottoscritto dal sig. Quirino Maria Stazi e dal suo difensore e ritualmente notificato alle Amministrazioni resistenti;
RILEVATO che, nel predetto atto processuale, parte ricorrente attesta il venir meno del proprio interesse sostanziale a coltivare ulteriormente la presente azione in quanto assegnatario del posto ambito presso la Facoltà di Medicina dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza”;
RITENUTO, pertanto, che sussistono i presupposti per una sentenza in forma semplificata che dia atto dell’avvenuta rinuncia con compensazione delle spese di lite sussistendo le ragioni che la giustificano;
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, dà atto della rinuncia.
Spese compensate.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 8 marzo 2017 con l'intervento dei magistrati:
Gabriella De Michele, Presidente
Daniele Dongiovanni, Consigliere
Claudio Vallorani, Referendario, Estensore 
Pubblicato il 10/03/2017