#3624 TAR Friuli Venezia Giulia, Trieste, Sez. I, 25 ottobre 2018, n. 325

Procedura concorsuale per copertura posto Cat. C - Improcedibilità

Data Documento: 2018-10-25
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Improcedibilità per sopravvenuta carenza di interesse

Contenuto sentenza
N. 00325/2018 REG.PROV.COLL.
N. 00418/2015 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia
(Sezione Prima)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 418 del 2015, proposto da 
Paolo Gergolet, rappresentato e difeso dall'avvocato Giovanni Ventura, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e con domicilio eletto presso l’avvocato Giovanni Ventura, in Trieste, via Coroneo 17; 

contro
Università degli Studi di Trieste, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso ex lege dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Trieste, domiciliataria ex lege, con sede in Trieste, piazza Dalmazia 3; 
Ministero dell'Istruzione, dell’università e della Ricerca, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentati e difesi ex lege dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Trieste, domiciliataria ex lege, con sede in Trieste, piazza Dalmazia, 3; 

per l'annullamento
del bando di concorso pubblico per titoli ed esami per l'assunzione di n. 1 unità di personale a tempo indeterminato di categoria C, posizione economica C1, full - time, dell'area amministrativa, per esigenze dei servizi amministrativi dell'Università degli Studi di Trieste bandito da quest'ultima con decreto n. 306/2015 - prot. n. 7674 del 30/03/2015 pubblicato il 14/04/2015 nonché di ogni atto presupposto, connesso e consequenziale, ed in particolare per quanto possa occorrere tutti gli atti della procedura, ivi compresi se esistenti quelli di approvazione della graduatoria e di nomina dei vincitori.
Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Università degli Studi di Trieste e del Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
Vista la memoria depositata il 19 settembre 2018, con la quale parte ricorrente dichiara di non aver più interesse al ricorso;
Visti gli artt. 35, co. 1, lett. c, e 85, co. 9, cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell'udienza pubblica del giorno 24 ottobre 2018 il dott. Nicola Bardino e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;
Considerato:
- che con memoria, depositata il 19 settembre 2019, il difensore della parte ricorrente ha dichiarato di non avere più interesse al ricorso;
- che tale dichiarazione è stata formalmente confermata nel corso dell’udienza pubblica del 24 ottobre 2018;
- che, a norma dell’art. 35, comma 1, lett. c), cod. proc. amm., dev’essere pertanto dichiarata l’improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza d’interesse;
- che, tenuto conto dell’intervenuto accordo tra le parti, confermato nel corso dell’udienza, le spese devono essere compensate.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia (Sezione Prima), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo dichiara improcedibile per sopravvenuto difetto di interesse.
Spese compensate.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Trieste nella camera di consiglio del giorno 24 ottobre 2018 con l'intervento dei magistrati:
Oria Settesoldi, Presidente
Manuela Sinigoi, Consigliere
Nicola Bardino, Referendario, Estensore

Pubblicato il 25/10/2018