#4458 TAR Campania, Napoli, Sez. IV, 10 gennaio 2019, n.146

Accesso a corsi universitari-Estinzione del giudizio per rinuncia

Data Documento: 2019-01-10
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Estinzione del giudizio per rinuncia.

Contenuto sentenza
N. 00146/2019 REG.PROV.COLL.
N. 05080/2017 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania
(Sezione Quarta)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 5080 del 2017, proposto da Luigi Del Piano, rappresentato e difeso dall'avvocato Michele Dulvi Corcione, con domicilio digitale presso la pec michele.dulvicorcione@pecavvocatinola.it, 
contro
Università degli Studi Napoli Federico I, Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, in persona dei rispettivi legali rappresentanti pro tempore, rappresentati e difesi dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato di Napoli, domiciliata ex legein Napoli, via Armando Diaz, 11; 
nei confronti
Cristina Abate, Antonio Romano non costituiti in giudizio; 
per l'annullamento
1) della graduatoria di merito pubblicata dall'Università degli Studi di Napoli “Federico II” afferente i Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie pubblicata con prov. del 28.09.2017 ove il Sig. Luigi Del Piano è collocato alla posizione n. 1399 con n. 36,90 punti;
2) della graduatoria di merito afferente i Corsi di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia ove il Sig. Luigi Del Piano è escluso per mancato collocamento in posizione utile, del 28.09.2017;
3) della graduatoria di merito afferente i Corsi di Laurea in Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare ove il Sig. Luigi Del Piano è escluso per mancato collocamento in posizione utile, del 28.09.2017;
4) della graduatoria di merito afferente il Corso di Laurea in Infermieristica ove il Sig. Luigi Del Piano è escluso per mancato collocamento in posizione utile, del 28.09.2017;
5) dei provvedimenti di scorrimento delle graduatorie;
6) del bando di concorso indetto dall'Università degli Studi di Napoli “Federico II” per l'accesso ai Corsi di Laurea Triennale per le Professioni Sanitarie nella parte di cui all'art. 4 e all'art. 9.
Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio dell’Università degli Studi Napoli Federico II e del Ministero dell'Istruzione dell’Università e della Ricerca;
Viste le ordinanze collegiali n. 230 del 12 gennaio 2018 e n. 6236 del 25 ottobre 2018;
Vista la dichiarazione resa in udienza il 19 dicembre 2018 con la quale parte ricorrente dichiara di voler rinunciare al ricorso;
Visti gli artt. 35, co. 2, lett. c, 84 e 85 cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell'udienza pubblica del giorno 19 dicembre 2018 la dott.ssa Maria Barbara Cavallo e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale.
Rilevato che le questioni sollevate nel ricorso hanno ad oggetto il rapporto tra la discrezionalità dell’Università nell’organizzazione dei corsi di laurea e nella gestione delle relative graduatorie e il principio di capacità e meritevolezza degli studenti e che si era ritenuto necessario, con l’ordinanza n. 6236/18, ordinare al ricorrente l’integrazione del contraddittorio nei confronti dei numerosi soggetti in capo ai quali l’approvazione delle graduatorie impugnate ha consolidato situazioni confliggenti di interesse protetto ed attuale, suscettibili di essere lese dall’eventuale accoglimento del ricorso;
Dato atto che con dichiarazione resa all’udienza pubblica del 19 dicembre 2018 il procuratore di parte ricorrente ha reso nota la volontà di rinunciare al ricorso, rimettendosi al Collegio per la determinazione delle spese;
Considerato che non vi è stata opposizione o richiesta alcuna da parte delle Amministrazioni costituite;
Ritenuto di poter compensare le spese.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, sede di Napoli (Sezione Quarta), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, dà atto della rinuncia e dichiara estinto il giudizio.
Spese compensate.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Napoli nella camera di consiglio del giorno 19 dicembre 2018 con l'intervento dei magistrati:
Ida Raiola, Presidente FF
Luca Cestaro, Consigliere
Maria Barbara Cavallo, Consigliere, Estensore
Pubblicato il 10/01/2019