#2146 Consiglio di Stato, Sez. VI, 8 maggio 2017, n. 2106

Procedura di valutazione comparativa copertura posto di ricercatore-Estinzione giudizio per intervenuta rinuncia

Data Documento: 2017-05-08
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Estinzione del giudizio per intervenuta rinuncia.

Contenuto sentenza
N. 02106/2017REG.PROV.COLL.
N. 05854/2011 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Consiglio di Stato
in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 5854 del 2011, proposto da: 
Fornari Giacomo, rappresentato e difeso dagli avvocati Eugenio Picozza e Reinhart Volgger, con domicilio eletto presso lo studio del primo in Roma, via San Basilio, n. 61; 
contro
Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’Avvocatura generale dello Stato, domiciliataria per legge, in Roma, via dei Portoghesi, n. 12; 
Libera Università di Bolzano, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentata e difesa dagli avvocati Luigi Manzi e Massimo Rocchi, con domicilio eletto presso lo studio del primo, in Roma, via Federico Confalonieri, 5; 
Provincia autonoma di Bolzano, non costituita in giudizio;
nei confronti di
Somigli Paolo, rappresentato e difeso dall’avvocato Sofia Cavini, con domicilio eletto presso lo studio dell’avvocato Gian Marco Grez in Roma, corso Vittorio Emanuele II, n. 18; 
per la riforma
della sentenza del T.R.G.A. - SEZIONE AUTONOMA DELLA PROVINCIA DI BOLZANO, n. 00024/2011, resa tra le parti e concernente: concorso a un posto di ricercatore - settore scientifico disciplinare L-ART/07 - Musicologia e Storia della musica;
Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio delle parti appellate;
Viste le memorie difensive;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore, nell’udienza pubblica del giorno 4 maggio 2017, il consigliere Bernhard Lageder e uditi, per le parti, gli avvocati Maria Vittoria Ferroni, per delega dell’avvocato Eugenio Picozza, Luigi Manzi e Massimo Rocchi, quest’ultimo anche per delega dell’avvocato Sofia Cavini, nonché l’avvocato dello Stato Marco Stigliano Messuti;
CONSIDERATO che l’odierno appellante Fornari Giacomo, originario ricorrente soccombente in primo grado, con atto del 4 aprile 2017 depositato all’odierna udienza ha dichiarato di rinunciare all’appello a spese del presente grado di giudizio interamente compensate tra le parti, con dichiarazione di rinuncia controfirmata dai difensori di tutte le parti appellate costituite in giudizio aderenti alla compensazione delle spese di causa, e che la Libera Università di Bolzano con decreto del Presidente dell’Università n. 31/2017 del 27 aprile 2017 ha dichiarato di accettare la rinuncia a spese compensate, sicché non resta che prenderne atto e dichiarare, ai sensi dell’art. 35, comma 2, cod. proc. amm., l’estinzione del presente giudizio di gravame, a spese integralmente compensate tra tutte le parti;
P.Q.M.
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta), definitivamente pronunciando sul ricorso in appello, come in epigrafe proposto (ricorso n. 5854/2011), dichiara l’estinzione del giudizio d’appello per intervenuta rinuncia; dichiara le spese del presente grado di giudizio integralmente compensate tra tutte le parti.
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall’autorità amministrativa.
Così deciso in Roma, nella camera di consiglio del giorno 4 maggio 2017, con l’intervento dei magistrati:
Sergio Santoro, Presidente
Bernhard Lageder, Consigliere, Estensore
Marco Buricelli, Consigliere
Oreste Mario Caputo, Consigliere
Dario Simeoli, Consigliere
Pubblicato il 08/05/2017