#3889 Consiglio di Stato, Sez. VI, 27 giugno 2018, n. 3967

Abilitazione scientifica nazionale – Declaratoria improcedibilità per cessazione della materia del contendere

Data Documento: 2018-06-27
Autori:
Autorità Emanante:
Area: Giurisprudenza
Massima

Declaratoria improcedibilità per cessazione della materia del contendere a seguito del conseguimento dell’Abilitazione Scientifica Nazionale

Contenuto sentenza
N. 03967/2018REG.PROV.COLL.
N. 09899/2016 REG.RIC.
REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Consiglio di Stato
in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)
ha pronunciato la presente
SENTENZA
sul ricorso numero di registro generale 9899 del 2016, proposto da 
Francesca Ferrari, rappresentato e difeso dagli avvocati Mauro Collini, Gabriele Pafundi, Emanuela Romanelli, con domicilio eletto presso lo studio Gabriele Pafundi in Roma, viale Giulio Cesare n.14; 

contro
Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca, Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca - Dipartim. per L'Università L'Afam e per la Ricerca, Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca - Anvur, rappresentati e difesi dall'Avvocatura Gen.Stato, domiciliata ex lege in Roma, via dei Portoghesi, 12; 

per la riforma
della sentenza del TAR Lazio, Sezione III, 26 maggio 2016 n. 6154 (relativa al ricorso R.G. 5371/2014) – non notificata - con la quale è stata respinta la domanda di annullamento del giudizio di non idoneità, sia collegiale che individuale, della dott.ssa Francesca Ferrari per il conseguimento dell’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore universitario di seconda fascia, per il settore 12/F1 – diritto processuale civile (procedura indetta con Decreto Direttoriale MIUR 222/2012), nonché degli atti presupposti
Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Presidenza del Consiglio dei Ministri e di Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca e di Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca - Dipartim. per L'Università L'Afam e per la Ricerca e di Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca - Anvur;
Vista la dichiarazione di sopravvenuta carenza di interesse 7 maggio 2018, con la quale parte ricorrente dichiara l'intervenuta cessazione della materia del contendere;
Visti gli artt. 34, co. 5, e 38 cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Relatore nell'udienza pubblica del giorno 21 giugno 2018 il Cons. Sergio Santoro e uditi per le parti gli avvocati Gabriele Pafundi e Andrea Fedeli dell'Avvocatura Generale dello Stato;
Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.
FATTO
Con l’appello in oggetto la dott.ssa Ferrari ha impugnato la sentenza del TAR Lazio n. 6154/2016 con la quale è stata respinta la domanda di annullamento del giudizio di non idoneità per il conseguimento dell’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore universitario di seconda fascia, per il settore 12/F1 – diritto processuale civile (procedura indetta con Decreto Direttoriale MIUR 222/2012), nonché degli atti presupposti.
DIRITTO
Nelle more del giudizio di appello la dott.ssa Ferrari ha partecipato ad una nuova procedura di abilitazione per settore 12/F1 – diritto processuale civile (Bando D.D. 1532/2016) ottenendo la relativa abilitazione.
Ha dichiarato in conseguenza la sopravvenuta carenza di interesse avendo già ottenuto, nelle more del presente giudizio, il provvedimento di abilitazione cui mirava con l’accoglimento del presente appello e la conseguente sostanziale inutilità della relativa pronuncia.
Le parti chiedono la compensazione delle spese di lite.
P.Q.M.
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, dichiara la cessazione della materia del contendere.
Spese compensate .
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 21 giugno 2018 con l'intervento dei magistrati:
Sergio Santoro, Presidente, Estensore
Vincenzo Lopilato, Consigliere
Marco Buricelli, Consigliere
Oreste Mario Caputo, Consigliere
Francesco Gambato Spisani, Consigliere

Pubblicato il 27/06/2018