Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di personale con rapporto di lavoro subordinato a tempo interminato e a tempo pieno-Scorrimento di graduatoria vs esperimento nuova procedura concorsuale


Con sentenza del 11 dicembre 2017, n. 2352, il TAR Lombardia, Milano, Sez. III, ha stabilito  (in tema di concorsi pubblici), in maniera conforme a quanto già sancito dal Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria, 28 luglio 2011, n. 14, che,  pur nell’ottica di un tendenziale ampliamento del ricorso allo scorrimento delle graduatorie, cui ha contribuito la legislazione statale, improntata al contenimento della spesa pubblica, non è possibile configurare un ” obbligo incondizionato” in capo all’amministrazione allo scorrimento medesimo. Il principio di prevalenza dello scorrimento delle graduatorie concorsuali non trova applicazione quando speciali disposizioni impongano l’esperimento di nuove procedure concorsuali ai fini, tra l’altro, della stabilizzazione del personale precario.

 

 

Leggi il testo completo: TAR Lombardia, Milano, Sez. III, 11 dicembre 2017, n. 2352