Abilitazione scientifica nazionale e valutazione delle pubblicazioni di un candidato: autovincolo e qualifica di ultimo autore


 

Con sentenza del 11 maggio 2020, n. 4928, TAR Lazio, Roma, Sez. III, ha chiarito che, ove con il verbale di predeterminazione e ulteriore specificazione dei criteri di valutazione in sede di procedura di attribuzione dell’abilitazione scientifica nazionale di professore di prima fascia, la commissione –  ai sensi dell’art. 8, comma 1, d.P.R. n. 95 del 2016 e nei limiti e secondo quanto previsto dal d.m. n. 120 del 2016 – precisi le figure autorali o coautorali delle pubblicazioni scientifiche di cui all’art. 7, d.m. n. 120 del 2016, indicandole in “autore corrispondente”, “ultimo autore”, “primo autore”, detto verbale costituisce sede e fonte di un autovincolo prudentemente allestito dalla commissione alla stessa sua funzione giudicatrice, nell’ottica della riduzione della discrezionalità dell’attività valutazionale voluta dal legislatore, all’insegna dell’imparzialità e della trasparenza della procedure intese all’attribuzione dell’abilitazione scientifica introdotte nell’ordinamento universitario con la legge 30 dicembre 2010, n. 240.

 

Leggi il testo completo: TAR Lazio, Roma, Sez. III, 11 maggio 2020, n. 4928