Ancora in tema di concorsi universitari


Con la sentenza del 31 luglio 2019, n. 10172, il TAR Lazio, Roma, Sez. III bis, ha ribadito che il giudizio di un organo di valutazione come quello delle commissioni concorsuali, che mira a verificare l’idoneità a partecipare a concorso per divenire docente di prima o di seconda fascia universitaria, in quanto inteso a verificare e a misurare il livello di maturità scientifica raggiunto dai singoli candidati, costituisce espressione della discrezionalità tecnica riservata dalla legge a tale organo collegiale le cui valutazioni, riflettendo specifiche competenze solo da esso possedute, non possono essere sindacate nel merito dal giudice della legittimità.

Leggi il testo completo: TAR Lazio, Roma, Sez. III bis, 31 luglio 2019, n. 10172