Nelle procedure di valutazione per l’attribuzione di assegni di ricerca, sono ammessi i lavori scientifici accettati per la pubblicazione


Con la sentenza del 9 aprile 2018, n. 2264,  il TAR Campania, Napoli, Sez. II, ha precisato che, in una procedura di valutazione comparativa per l’attribuzione di assegni di ricerca, devono ritenersi ammissibili anche i lavori scientifici accettati per la pubblicazione,  laddove il regolamento di ateneo rechi l’indicazione, tra le proprie premesse, della legge 30 dicembre 2010, n. 240  nella sua integralità, considerato anche che la normativa di riferimento relativamente ai concorsi per ricercatori (d.m. del 2009) espressamente include  i sopra indicati lavori tra quelli ammissibili sicché, anche sul piano della ragionevolezza, a fortiori, tale ammissibilità deve essere riconosciuta quanto alla procedura per il conferimento degli assegni di ricerca.
Non si applica, invece, la regola contraria operante nelle procedure per il conseguimento dell’abilitazione scientifica nazionale, poiché essa risponde a scopi ed a ratio completamente differenti, in considerazione delle peculiarità del relativo procedimento.

Leggi il testo completo: TAR Campania, Napoli, Sez. II, 9 aprile 2018, n. 2264