Decisione direttore generale di un’azienda sanitaria locale di modificare una struttura operativa complessa in struttura semplice con trasferimento dal servizio sanitario all’ambito universitario-Giurisdizione giudice ordinario


Con la sentenza del 26 maggio 2017, n. 2511, il Consiglio di Stato, Sez. VI, ha stabilito che, nello speciale ambito del servizio sanitario nazionale, attiene alla sfera propria del giudice ordinario l’impugnativa della decisione del direttore generale di un’azienda sanitaria locale di modificare una struttura operativa complessa in struttura semplice, trasferendola dal servizio sanitario all’ambito universitario. Diversamente, infatti, da quanto previsto per le amministrazioni pubbliche in genere, la giurisdizione a conoscere dell’impugnazione di un atto di macro organizzazione, ancorché finalizzato al raggiungimento del fine pubblico dell’azienda, spetta al giudice ordinario, in quanto provvedimento esplicitamente “disciplinato dal diritto privato”, ex art. 3 del d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 (come modificato dall’art. 3, d.lgs. 19 giugno 1999, n. 229), in coerenza con il suo carattere imprenditoriale.

Leggi il testo completo: Consiglio di Stato, Sez. III, 26 maggio 2017, n. 2511