Autorizzazione ex post incarico professionale professore universitario a tempo pieno-Incompatibilità-Illegittimità


Con la sentenza del 14 marzo 2017, n. 195, il TAR Calabria, Reggio Calabria, ha stabilito che l’art. 6 , della legge 30 dicembre 2010 n. 240,  preclude ai professori a tempo pieno la possibilità di ottenere autorizzazioni postume.

In particolare, la sentenza chiarisce che  anche per i docenti universitari è prevista l’autorizzazione quale condizione per lo svolgimento di incarichi esterni retribuiti:  l’art. 6 della legge 30 dicembre 2010, n. 240, distingue, in particolare, tra le attività liberamente esercitabili, anche con l’ottenimento di un compenso e sempre fatto salvo il rispetto degli obblighi istituzionali, e attività che possono essere svolte esclusivamente previa autorizzazione, presso enti pubblici e privati senza scopo di lucro, purché non si determinino situazioni di conflitto di interesse con l’università di appartenenza.Tra le prime rientrano l’attività di valutazione e referaggio, lezioni e seminari di carattere occasionale, attività di collaborazione scientifica e di consulenza, attività di comunicazione e divulgazione scientifica e culturale, attività pubblicistiche ed editoriali.Tra le seconde, funzioni didattiche e di ricerca nonché compiti istituzionali e gestionali senza vincolo di subordinazione. E’ alla luce dell’articolo richiamato, dunque, che si evince che nel pubblico impiego è preclusa la possibilità di ottenere autorizzazioni postume.

Leggi il testo completo: TAR Calabria, Reggio Calabria, 14 marzo 2017, n. 195